Il vaso bonsai

A lezione con Pier.

Posted by Marco on Monday, March 11, 2019

Legenda

La serata

Come ogni lunedi sera ci incontriamo presso la sede del nostro Bonsai club per vivere e condividere la nostra meravigliosa passione.

Pier inizia la lezione

Il programma della serata prevede una breve, ma interessante lezione tenuta dal nostro Presidente Pier, in merito al vaso Bonsai. Brevemente facciamo un riepilogo degli argomenti trattati; Come tutti sappiamo, ogni tipologia di pianta prevede un diverso modello di vaso, che varia inoltre anche in base alle caratteristiche intrinseche della pianta stessa. In linea generale i vasi non smaltati sono più indicati per le conifere, mentre quelli smaltati vengono utilizzati maggirmente per le caducifoglie.

Ricordiamo alcune regole generali:

  • La lunghezza del vaso dovrebbe essere circa i 23 dell’altezza totale della pianta

  • Se la pianta è più bassa della lunghezza del vaso, la lunghezza del vaso va calcolata per circa i 23 dell’ampiezza della pianta, ricordando che larghezza del vaso e altezza e larghezza della pianta non dovrebbero mai eguagliarsi.

  • Vi deve essere armonia tra lo stile della nostra pianta e la tipologia del vaso che andremo a scegliere (per esempio una pianta con linee morbide, potra essere messa un un vaso rettangolare, ovale oppure rotondo, invece una pianta possente avrà bisogno di un vaso che ne rispecchi le caratteristiche).

Alcuni riferimenti sono stati fatti anche per quanto riguarda lo stile a cascata, che prevede l’utilizzo di un vaso alto, per permettere di accompagnare armoniosamente la pianta, la quale può anche scendere fino ad un livello più basso del vaso stesso.

Lo stile Bunjin prevede l’utilizzo di un piccolo vaso tondo, per mettere in risalto le caratteristiche della pianta

I vasi che contengono piú piante, (per esempio lo stile a zattera) necessitano di un vaso lungo e basso.

Infine si è tratto anche del particolare e rilevante argomento legato alle caratteristiche proprie del singolo vaso, poichè possiamo trovare in commercio vasi che per forma potrebbero essere simili, ma che tuttavia differiscono per particolari caratteristiche, come: angoli più o meno accentuati, avere o non avere un bordo, che può essere a sua volta più o meno pronunciato, altezze, colorazioni, decorazioni differenti e svariate altre caratteristiche.

Dopo questo breve riassunto dell’interessante lezione tenuta da Pier, possiamo concludere, che la scelta del vaso risulta assai ardua e tale capacità di decisione non deriva soltanto dalle caratteristiche del nostro albero, ma anche dal gusto e dalla capacità di giudizio del singolo bonsaista.

I dibattiti si aprono alla fine della lezione


comments powered by Disqus